Faculty Development e formazione

L’Ateneo favorisce la valorizzazione e lo sviluppo delle competenze e delle professionalità del personale docente e l’innovazione nella progettazione, nelle metodologie didattiche e nella valutazione, in un’ottica student-centered.

Il CTU – Centro per l’innovazione didattica e le tecnologie multimediali dell’Università degli Studi di Milano -offre a chi fa didattica diverse opportunità di formazione e di accompagnamento alla riprogettazione delle attività, combinando metodologie già in atto e modalità da sperimentare, sia nell’erogazione della formazione che nella sua valutazione, per migliorare il percorso formativo da proporre agli studenti. In collaborazione con il prorettore alla Didattica, il CTU promuove la realizzazione di azioni specifiche di faculty development, progettate da un team di esperti di innovazione didattica.

Il Centro propone esperienze formative e di aggiornamento, con l’obiettivo di migliorare l’efficacia dell’azione didattica. Ciò può avvenire combinando metodologie già in atto con modalità da sperimentare, anche mediante l’uso di strumenti tecnologici per didattica in presenza o a distanza, quali ad esempio piatta-forme e spazi digitali per la didattica, applicativi online o semplici dispositivi digitali di uso quotidiano.

Workshop, seminari, corsi online e/o blended permettono ai docenti di formarsi e/o aggiornarsi sia su metodologie e strumenti, anche tecnologici, capaci di attivare processi di miglioramento continuo della didattica, che sullo sviluppo di specifiche competenze didattico-organizzative.

Per informazioni e dettagli scrivere a ctu@unimi.it

Progetto Faculty Development

Il CTU promuove azioni specifiche di Faculty Development, in collaborazione con il prorettore alla Didattica, Marisa Porrini. L'iniziativa - coordinata dai membri del Comitato di indirizzo del CTU Roberto Cerbino e Lucia Zannini - ha l’obiettivo di offrire percorsi formativi e di aggiornamento per lo sviluppo e il rafforzamento delle competenze didattiche dei docenti e si avvale di un gruppo di lavoro composto anche da Andrea Garavaglia, Alessandra Lazazzara, Manuela Milani, Sabrina Papini e Antonella Cosetti.

Il progetto di Faculty Development prevede diverse fasi, la prima delle quali  - rivolta ai ricercatori di tipo B - è stata avviata nel febbraio 2020. Il percorso formativo per gli RTDB, i ricercatori a tempo determinato di tipo B, si articola in 3 moduli tematici:

  • progettazione formativa e stesura del syllabus
  • metodologie e tecnologie didattiche
  • valutazione dell’apprendimento e aspetti organizzativi ed istituzionali della didattica

I temi trattati nei moduli del corso sono:

  • allineamento tra le varie fasi del processo formativo a partire dalla conoscenza del target studentesco e delle schede SUA
  • guida alla progettazione del proprio insegnamento a partire dall’identificazione dei learning outcomes e dalla stesura del syllabus
  • presentazione di diversi metodi didattici (blended learning, peer education, team based learning, role playing) e guida alla riflessione sull’efficacia nel proprio insegnamento
  • presentazione di modelli e tipologie di valutazione e correlazione con i learning outcomes attesi
  • acquisizione di conoscenze di didattica inclusiva
  • descrizione dei principali Regolamenti e documenti di Ateneo di riferimento per il corretto svolgimento delle attività didattiche 
  • presentazione dei principali servizi messi a disposizione dal CTU.

Il percorso formativo previsto è blended e consiste in 4 incontri in presenza, a carattere altamente interattivo, della durata di 4 ore ciascuno, alternati a periodi di attività online, basate sul corso “University Teaching: Core Skills” di Epigeum – Oxford University Press. La frequenza permette di ottenere una certificazione  valida a livello nazionale e internazionale.

A supporto delle attività in aula e online è previsto uno specifico ambiente sulla piattaforma Moodle, strutturato e gestito dal CTU, che cura anche gli aspetti organizzativi e gestionali dell’intero percorso formativo. 

La prima edizione del percorso di formazione - rivolta a un gruppo di ricercatori a tempo determinato, di tipo B – con contratto in scadenza nell’anno accademico 2021/2022 – si è svolta in tre sessioni, con inizio a febbraio 2020.

Si prevedono diverse edizioni periodiche dello stesso percorso formativo, con una successiva apertura del progetto anche agli altri docenti dell’Ateneo.

Area Tecnico-metodologica

Di durata variabile i percorsi formativi di area tecnico-metodologica, rivolti a docenti e ricercatori dell’Ateneo, vengono periodicamente attivati dal CTU, in risposta a specifiche richieste espresse dai dipartimenti o dai referenti dei corsi di studio, con i quali vengono concordati i temi della formazione. 

I workshop sono organizzati in sessioni con un numero definito di posti, determinati in base agli obiettivi della proposta formativa, alla tipologia di attività previste e alla capienza e tipologia dell’aula. La partecipazione è facoltativa e su prenotazione.

Il catalogo dei percorsi proposti è dinamico e soggetto a continui aggiornamenti, ma alcune delle aree tematiche principali riguardano:

  • l’utilizzo di:
    • nuove tecnologie d’aula
    • strumenti di polling per una didattica attiva su grandi numeri
    • piattaforma di Ateneo Ariel
  • l’introduzione alla piattaforma Moodle nelle sue funzionalità di base e avanzate
  • la progettazione e produzione di contenuti didattici digitali in modalità self-recording
  • l’uso di webinar e aule virtuali per una didattica sincrona
  • gli “Esami informatizzati”.

Le metodologie formative alternano, a seconda del tema trattato, momenti di didattica frontale a momenti di didattica a piccoli gruppi che prevede il coinvolgimento diretto dei partecipanti.

Oltre all’attività formativa rivolte ai docenti, il CTU offre consulenza sulle tecnologie applicate alla didattica, garantendo anche il supporto individualizzato per la progettazione di azioni di didattica innovativa all’interno degli insegnamenti curriculari.