Lavoratori fragili, auto-sorveglianza e positività

Aggiornato al 1° giugno 2022: proroga disposizioni lavoratori fragili 

Lavoratori fragili

Prorogate fino al fino al 30 giugno 2022, per i lavoratori fragili:

  • la possibilità di svolgere l'attività lavorativa di norma in modalità agile
  • l'equiparazione dei periodi di malattia a ricovero ospedaliero nel caso in cui il lavoratore non possa essere adibito ad attività in modalità agile.

Tale proroga riguarda esclusivamente i soggetti affetti dalle patologie e condizioni individuate dal decreto del Ministro della salute adottato ai sensi dell'articolo 17, comma 2, del decreto-legge 24 dicembre 2021, n. 221, convertito, con modificazioni, dalla legge 18  febbraio 2022, n. 11.

Sono prorogate fino al 31 luglio 2022 le disposizioni che consentono ai datori di lavoro di assicurare la sorveglianza sanitaria eccezionale, per il tramite del medico competente, dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia COVID-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da comorbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità.

Per informazioni contattare: ambulatorioMC@unimi.it

Inizio pagina

Auto-sorveglianza per contatto stretto con positivo

Dal 1° aprile in caso di contatto stretto con soggetto risultato positivo al COVID_19 è applicato il regime dell’auto-sorveglianza, consistente nell’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

Se durante il periodo di auto-sorveglianza si manifestano sintomi suggestivi di possibile infezione da Sars-Cov-2, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2 che in caso di risultato negativo va ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

 

Inizio pagina

Positivo a COVID-19

In caso di positività al COVID-19, contattare il proprio medico curante per la verifica del proprio stato di salute e l’emissione del certificato medico per malattia.

Lasciare la comunicazione alla casella di posta segnalazionemalattia@unimi.it e avvisare la propria struttura per la verifica della tracciabilità e la comunicazione del periodo di assenza.

Al termine del periodo di isolamento previsto a seguito di positività accertata, il soggetto potrà rientrare in Ateneo, previo invio per conoscenza dell’esito dell’accertamento al coordinatore dei medici competenti di Ateneo Dott.ssa Maria Grazia Ricci e-mail: mariagrazia.ricci@policlinico.mi.it 

Per ulteriori informazioni scrivere a segnalazionemalattia@unimi.it

Inizio pagina