Whistleblowing - Segnalazione illeciti Piattaforma on line per le segnalazioni di illeciti o irregolarità (ai sensi dell’art. 54-bis del d.lgs. n. 165/2001)

L’Università degli Studi di Milano mette a disposizione un sistema informatico per la segnalazione di condotte illecite di interesse generale e non di interesse individuale, di cui si sia venuti a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, secondo la normativa che regola il cosiddetto whistleblowing.

ll whistleblower (segnalante) può essere sia un dipendente dell’Ateneo, sia un lavoratore o un collaboratore delle imprese fornitrici di beni o servizi o che realizzano opere in favore dell’Università. 

Per informazioni dettagliate consulta la pagina dedicata della sezione Amministrazione trasparente sul portale unimi.it 

Contatti
anticorruzione@unimi.it

Come segnalare illeciti o irregolarità

Il modulo di segnalazione disponibile sulla piattaforma prevede l’indicazione della tipologia di condotta illecita, di una serie di dati relativi al tempo e al luogo dei fatti, ai soggetti coinvolti, al livello di coinvolgimento e di conoscenza diretta o meno dei fatti da parte del segnalante, all’eventuale coinvolgimento di altri soggetti informati.
Per garantire riservatezza e anonimato, tutti i dati inseriti dal segnalante sono criptati, compreso l’indirizzo e-mail. 

Modalità alternative di segnalazione

La piattaforma whistleblowing costituisce il canale preferenziale per la segnalazione di illeciti, consentendo a chi segnala di richiedere aggiornamenti sulla segnalazione effettuata. Tuttavia, ai sensi dell’art. 6 del "Regolamento dell’Università degli Studi di Milano in materia di segnalazioni di illeciti presentate da dipendenti e soggetti equiparati, ai sensi dell’art. 54-bis del d.lgs. n. 165/2001 (whistleblowing)", è possibile effettuare una segnalazione mediante lettera, tramite posta ordinaria o interna, indirizzata al Responsabile Anticorruzione e Trasparenza dell’Università degli Studi di Milano con apposizione sulla busta della dicitura “Riservata/personale”.