Emergenza Coronavirus: tutte le informazioni per il personale

FAQ

  1. Che cosa significa avviare una Spin-off dell’Università degli Studi di Milano?
    Avviare una Spin-off dell’Università degli Studi di Milano significa realizzare:
    • a. un’impresa, ossia un organismo di diritto privato con obiettivi economici, che nasce da competenze distintive di natura accademica;
    • b. una modalità di valorizzazione dei risultati della ricerca, in particolare se tutelati attraverso brevetti, e più in generale di know-how e capacità scientifico-tecnica;
    • c. un’impresa che opera in regime di non conflittualità con le attività normalmente svolte dall’Università da cui ha origine e che ha un obiettivo di business di portata rilevante, tale da costituire un potenziale sbocco lavorativo per giovani ricercatori.
       
  2. Devo compilare io la modulistica (ovvero il Business Plan) o ci pensate voi dell’Ufficio Imprenditorialità e Spin-Off/consulenti esterni?
    È consigliabile che sia il proponente stesso a compilare la modulistica e a redigere il Business Plan.
    È importante che lo faccia il proponente stesso in quanto è un momento di riflessione e consapevolezza sul nuovo percorso che il neo-imprenditore andrà a intraprendere. È quindi anche un esercizio per capire, oltre al mercato o l’esistenza di concorrenti, se si sta procedendo nella direzione giusta e se la Spin-Off sia davvero la strada migliore.
     
  3. Posso ottenere l’accreditamento di Spin-Off anche se non ho un brevetto?
    Si, il brevetto non è condizione necessaria. È fondamentale che ci sia comunque la valorizzazione dei risultati della ricerca conseguiti nell’ambito dell’Ateneo.
     
  4. Posso chiedere l’accreditamento di Spin-Off universitaria di una società già costituita?
    Si, purché non sia costituita da più di 3 anni.
     
  5. Con l’approvazione del Consiglio di Amministrazione l’Università diventa socia della Spin-Off?
    No, non è automatico. Nei casi in cui la Spin-off dia rilevante valore aggiunto alle tre missioni perseguite dall’Università, Ricerca, Formazione e Terza Missione, in sede di approvazione del progetto di Spin-off il Consiglio di Amministrazione dell’Università, previo parere favorevole della Commissione, può deliberare la partecipazione dell’Ateneo al capitale sociale con un conferimento che non potrà superare di norma la misura del 10%.
     
  6. Quando si riunisce la Commissione Brevetti e Spin-Off?
    Generalmente una volta al mese.Vedi l’elenco delle sedute selezionando il link in fondo alla pagina
     
  7. Chi fa parte della Commissione Brevetti e Spin-Off?
    Vedi la posizione della Commissione giudicante selezionando il link in fondo alla pagina

Per maggiori informazioni: