Emergenza Coronavirus: tutte le informazioni per il personale

Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile

La Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS) - nata nel luglio 2015 nell'ambito della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) - riunisce 49 Atenei italiani impegnati sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale.

Diffusione della cultura e delle buone pratiche di sostenibilità - sia all’interno che all'esterno degli Atenei - è l'obiettivo principale della RUS, che punta su condivisione di competenze ed esperienze messe in atto dalle singole università, rafforzando la riconoscibilità e il valore dell'esperienza italiana a livello internazionale.

In particolare, la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile - nel cui ambito opera il Coordinamento nazionale dei Mobility Manager delle Università italiane - si occupa di:

  • creare una community che sviluppi e adatti ai vari contesti di riferimento best practices nazionali e internazionali
    promuovere all'interno della RUS progetti già sperimentati con successo da uno o più Atenei
  • avviare programmi universitari che formino a una cultura dello sviluppo sostenibile, iniziative di aggiornamento del personale universitario sul tema dello sviluppo sostenibile, eventi di sensibilizzazione e promozione a dimensione locale, nazionale e internazionale, in ottica di stakeholder engagement
    incrementare delle collaborazioni con le istituzioni pubbliche e il mondo delle aziende pubbliche e private.

news

Sharing mobility: l'indagine nazionale sulla mobilità sostenibile negli Atenei

Monitorare e analizzare le abitudini di mobilità condivisa della popolazione universitaria italiana, per orientare le politiche di mobility management. È l'obiettivo del questionario online, promosso dal Coordinamento Nazionale dei Mobility Manager.

Indagine sugli spostamenti e sulla mobilità condivisa 2017

Sintesi Questionario Mobilità.pdf

Per approfondire

La Statale che si muove - dati sulla Mobilità (maggio 2020) a cura della Dott.ssa Mattea Gelpi, Mobility Manager d'Ateneo

Mobilità casa-università al tempo del Covid-19: i dati della Statale

Sono 4.320 i questionari compilati da studenti, docenti, personale tecnico amministrativo e bibliotecario dell’Università Statale di Milano nell’ambito dell’indagine nazionale “Mobilità casa-università al tempo del COVID-19”, promossa dalla Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS), nel luglio scorso, da cui emerge un forte impatto della pandemia sulle scelte di trasporto.

Dai dati elaborati, emerge che l’emergenza COVID  tende a “spostare” dai mezzi pubblici all’auto privata la scelta del mezzo di trasporto. In modesta crescita anche la scelta della “mobilità attiva” (a piedi, in monopattino o in bici).

Per approfondire, consulta il report Mobilità casa-università al tempo del Covid-19.

Mobilità, Accessibilità e Diritto allo Studio ai tempi del Covid-19

Il 13 novembre 2020, in occasione di BOOKCITY 2020, è stato presentato il libro Università e governance della mobilità sostenibile a cura di Matteo Colleoni e Massimiliano Rossetti del Coordinamento del GDL Mobilità della RUS a cui aderisce anche il nostro Ateneo.

In questa pubblicazione, viene affrontato il tema della mobilità e dei trasporti nelle Università italiane, prestando attenzione sia alle modalità di spostamento delle numerose popolazioni che vi studiano e lavorano, sia alle politiche attuate dai Mobility manager a favore della sostenibilità, anche nell’ambito dell’Università degli Studi di Milano.

Per approfondire vai alla pagina Mobilità, Accessibilità e Diritto allo Studio ai tempi del Covid-19 della Biblioteca di Ateneo dell'Università degli Studi di Milano - Bicocca