Emergenza Coronavirus: tutte le informazioni per il personale tecnico, amministrativo e bibliotecario

Bando della Ricerca sul Covid-19 | Ministero della Salute

Caratteristiche generali

Il Ministero della Salute, tramite la Direzione Generale della Ricerca e dell'Innovazione in Sanità, in data 1 aprile ha pubblicato il Bando della ricerca sul Covid-19, con scadenza 24 aprile 2020, ore 17.00.

Le FAQ relative al bando sono disponibili e vengono aggiornate regolarmente nella sezione Help Desk del sito del CBIM (Consorzio di Bioingegneria e Informatica Medica)

ATTENZIONE:

Questo Bando non va confuso con gli altri due focalizzati anche essi sul Covid-19, segnalati negli stessi giorni dai nostri uffici e promossi da Regione Lombardia (Direzione Generale Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione e Direzione Generale Welfare).

Il Bando della ricerca sul Covid-19 prevede le seguenti aree di azione:

  1. analisi dei meccanismi patogenetici responsabili dell’insorgenza del Covid-19;
  2. diagnostica e Testing in vitro ed in vivo;
  3. trattamento e Gestione Paziente Critico;
  4. riduzione Rischio Operatori Sanitari)            
  5. sanità pubblica con particolare riguardo al Paziente Fragile

Ogni ricercatore può presentare, indipendentemente dall’area di azione, un solo progetto di ricerca, qualunque sia il ruolo rivestito: principal investigator, ricercatore collaboratore.

Budget

Le risorse economiche disponibili sono pari a complessivi euro 7.000.000 di cui euro 4.200.000  riferiti all’anno finanziario 2020 ed euro 2.800.000 riferiti all’anno finanziario 2021.

Le richieste di finanziamento al Ministero della salute non dovranno superare 1.000.000 € per progetto.

Chi può partecipare

Destinatari istituzionali del bando (i.e. enti coordinatori) sono gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS).

Al Bando possono partecipare i seguenti enti del SSN:

  • Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) (capofila o unità partner);
  • Istituto superiore di sanità (solo come unità partner);
  • Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (solo come unità partner);
  • Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (solo come unità partner);
  • Regioni e Province autonome (solo come unità partner);
  • Istituti zooprofilattici sperimentali (solo come unità partner).

Le università possono partecipare solo come Unità Operative partner in quanto non facenti parte del servizio sanitario nazionale (SSN).

N.B. Per ogni proposta progettuale è ammessa un’unica unità operativa non facente parte del servizio sanitario nazionale la cui quota di budget non può superare il 20% della richiesta di fondi al Ministero della Salute.

Modalità di partecipazione

I progetti del Bando della ricerca sul Covid-19 del Ministero della salute dovranno:

  • comprendere un minimo di 5 ed un massimo di 7 unità operative;
  • avere una durata massima di 12 mesi dalla data di avvio
  • prevedere una richiesta di finanziamento non superiore a € 1.000.000 complessivi.

Di seguito iter e termini di presentazione dei progetti di ricerca:

  • accreditamento dei ricercatori tramite il portale di presentazione delle domanda (http://ricerca.cbim.it/index.html) - dal 6 aprile 2020 al 14 aprile 2020 ore 17,00.
  • presentazione delle proposte progettuali ai destinatari istituzionali da parte del principal investigator - dal 8 aprile 2020 al 21 aprile 2020 ore 17,00.
  • invio dei progetti al Ministero della Salute da parte dei destinatari istituzionali - dal 22 aprile 2020 al 24 aprile 2020 ore 17,00.

Scadenze interne

Tutti gli interessati dell'Univerità degli Studi di Milano sono pregati di inviare una e-mail a officina.h2020@unimi.it (entro e non oltre il 14 aprile 2020) con i seguenti dati:

  1. cognome e nome, qualifica (es. professore, ricercatore, ricercatore tempo determinato, assegnista, etc.)
  2. la persona indicata al punto 1 è responsabile scientifico di un’Unità Operativa rappresentata da LaStatale?
  3. se ha risposto no alla domanda precedente, la persona indicata al punto 1 in che ruolo partecipa al progetto?
  4. nome dell’ente capofila (Destinatario Istituzionale).

Ai responsabili scientifici di un’Unità Operativa de LaStatale chiediamo cortesemente di inviare una e-mail a officina.h2020@unimi.it (entro e non oltre il 15 aprile 2020) con i seguenti documenti:

Per i progetti che coinvolgono pazienti, direttamente o indirettamente, sarà necessario verificare che la struttura ospedaliera di riferimento sia presente nel partenariato del progetto. Se così non fosse, è necessario verificare fin da ora la disponibilità della struttura ad una possibile collaborazione, non avendo un ruolo nel progetto.

Si ricorda, come per tutti bandi a cui si partecipa a nome dell'Università degli Studi di Milano, l’importanza di interagire con il personale amministrativo dei Dipartimenti.

Documenti utili

  • Bando della ricerca sul Covid-19
  • Allegato 1 - Modello di presentazione del progetto

Contatti

Per ulteriori informazioni sul Bando della ricerca sul Covid-19 del Ministero della Salute, sulle procedure di partecipazione, sulla documentazione e sulle scadenze è a disposizione la Direzione Servizi per la Ricerca, Settore Progettazione della Ricerca (officina.h2020@unimi.it).

Alice Barbaglio (331 6750790) e Vittoria Mastromauro (officina.h2020@unimi.it)

Grant Office Life Sciences
Direzione Servizi per la Ricerca
Università degli Studi di Milano
Via Festa del Perdono 7 - 20122 Milano
officina.h2020@unimi.it