Emergenza Coronavirus: tutte le informazioni per il personale tecnico, amministrativo e bibliotecario

Bando Covid-19 | DG Welfare-Regione Lombardia

Caratteristiche generali

Regione Lombardia, tramite la Direzione Generale (DG) Welfare, in data 1 aprile ha pubblicato il Bando per il finanziamento di progetti ricerca in ambito sanitario connessi all’emergenza Covid-19, con particolare attenzione alla ricerca in ambito sanitario.

ATTENZIONE:

Questo Bando non va confuso con gli altri due focalizzati anche essi sul Covid-19 e segnalati negli stessi giorni dai nostri uffici (i.e. quello promosso dalla Direzione Generale Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione di Regione Lombardia, con il contributo di Fondazione Cariplo e Fondazione Veronesi e che si focalizza su ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale e quello promosso dal Ministero della Salute e rivolto a tutte le strutture del Sistema Sanitario Nazionale, con la possibilità di avere le università come unità operativa partner). Questo secondo Bando che, per non confonderlo con l’altro chiameremo Bando Covid-19 DG Welfare, intende finanziare progetti di ricerca in ambito sanitario che intendano perseguire specifici obiettivi considerati prioritari al fine di gestire l'epidemia COVID-19.

Il Bando Covid-19 DG Welfare, con scadenza il 15 aprile 2020 ore (23.59), si propone di finanziare progetti di ricerca che intendano perseguire i seguenti obiettivi:

  • Colmare le lacune nella conoscenza della storia naturale dell’infezione;
  • Colmare le lacune sulla storia dell’infezione rispetto alle caratteristiche dell’ospite;
  • Sviluppare il supporto diagnostico in tempi rapidi e sostenibili durante la fase epidemica e nel periodo post-iperendemico;
  • Fornire strumenti standardizzati e basati su evidenze scientifiche per la gestione clinica dei pazienti COVID-19;
  • Fornire strumenti standardizzati e basati su evidenze scientifiche per garantire una corretta presa in carico dei pazienti non COVID-19 e più in generale dei soggetti fragili (es. ospiti RSA) durante l’emergenza COVID-19;
  • Aumentare le conoscenze su farmaci e approcci terapeutici efficaci contro l’infezione da CoVID-19;
  • Fornire ulteriori indicazioni e informazioni per lo sviluppo di un vaccino contro il COVID-19;
  • Fornire strumenti standardizzati e basati su evidenze scientifiche per la riduzione del rischio negli operatori sanitari;
  • Fornire strumenti standardizzati e basati su evidenze scientifiche a supporto dell’organizzazione dell’attività ospedaliera ed extraospedaliera;
  • Fornire strumenti standardizzati, basati su evidenze scientifiche e innovativi a supporto delle attività di sorveglianza, prevenzione e controllo anche nella fase post-iperendemia;
  • Valutare l’impatto e futuri scenari dell’epidemia COVID-19 sul sistema sanitario e sociosanitario;
  • Valutare gli effetti indiretti del COVID-19 su altre tipologie di pazienti e sul sistema sociosanitario;
  • Comprendere tra differenti strategie di quarantena e di controllo la loro efficacia reale, sostenibilità e accettabilità da parte della popolazione 

Budget

Il Bando Covid-19 DG Welfare, con un budget complessivo di 4 milioni di euro, finanzierà attività di ricerca fondamentale fino a un massimo di 1.000.000 € per progetto.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammissibili.

Chi può partecipare

Il bando Covid-19 DG Welfare si rivolge ai seguenti enti presenti sul territorio regionale della Lombardia:

  • l’Azienda Regionale per l’Emergenza-Urgenza (AREU);
  • le Agenzie di Tutela della Salute (ATS);
  • le Aziende Socio Sanitarie Territoriali (ASST);
  • gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) di diritto pubblico e privato.

Le Università presenti sul territorio regionale, invece, pur non potendo svolgere il ruolo di ente coordinatore sul Bando Covid-19 DG Welfare, possono partecipare ai progetti come ente partner.

Non ci sono limiti al numero di progetti che possono essere presentati dal medesimo soggetto (ente) sia in qualità di ente capofila sia come ente partner sul Bando Covid-19 DG Welfare, quindi non è necessario procedere per questo bando specifico con una preselezione interna.

Tutti gli enti del partenariato, comprese le strutture sanitarie e gli IRCCS, devono essere lombardi.

Modalità di partecipazione

I progetti del Bando Covid-19 DG Welfare dovranno:

  • coinvolgere un numero minimo di 4 soggetti (enti) compreso il capofila;
  • avere una durata massima di 12 mesi dalla data di avvio, compresa l’approvazione da parte dei Comitati Etici.

La domanda andrà presentata via PEC (invio a cura dell’ente coordinatore) alla casella welfare@pec.regione.lombardia e indirizzata alla DG Welfare-UO Polo Ospedaliero-Struttura Reti Clinico-assistenziali, organizzative e Ricerca utilizzando esclusivamente la modulistica prevista dal Bando stesso:

  1. La Domanda di partecipazione (Allegato 1)
  2. Il Progetto esecutivo e piano finanziario (Allegato 2)
  3. La Dichiarazioni di svolgimento di attività non economica o economica ancillare, sia del capofila sia di ciascun partner di progetto (Allegato 3)
  4. La Dichiarazioni di adesione al progetto di tutti i partner (Allegato 4)
  5. La Dichiarazioni di consenso al trattamento dei dati sa del capofila sia di tutti i partner (Allegato 5).

Visti i tempi limitatissimi di apertura del Bando Covid-19 DG Welfare, è importante organizzarsi fin da subito per la predisposizione del budget previsionale dell'Unità partner UNIMI e per la firma digitale del Magnifico Rettore sui documenti previsti e che, una volta firmati, andranno inviati all’ente coordinatore che provvederà a trasmetterli alla DG Welfare di Regione Lombardia.

Scadenze interne

Tutti gli interessati dell'Università degli Studi di Milano, pertanto, entro e non oltre il 9 aprile 2020 ore 12:00 dovranno inviare a officina.h2020@unimi.it:

A livello organizzativo e visti i numerosi bandi COVID aperti contemporaneamente in questi giorni, si prega cortesemente di inviare tutti i documenti in una unica email, specificando chiaramente nell'oggetto il nome del Bando Covid-19 DG Welfare e il nome del responsabile scientifico per UNIMI.

Contatti

Per ulteriori informazioni sul Bando Covid-19 DG Welfare, sulle procedure di partecipazione, sulla documentazione e sulle scadenze è a disposizione la Direzione Servizi per la Ricerca, Settore Progettazione della Ricerca (officina.h2020@unimi.it).

Laura Sangalli, Vittoria Mastromauro, Chiara Rengo 

EMAIL officina.h2020@unimi.it