Diritto allo studio dei figli

L’Ateneo compartecipa alle spese di istruzione dei figli dei dipendenti dalla scuola materna all’Università (fino ai 26 anni di età), erogando un contributo annuale, calcolato sulla base dell’ISEE ordinario per l’anno corrente (D.P.C.M. 159/2013), fino a un massimo di 500 euro per un figlio, di 700 euro per due figli e di 900 euro per tre o più figli.

L’azione è rivolta a:

  • personale tecnico amministrativo;
  • personale docente;
  • ricercatori;
  • collaboratori ed esperti linguistici.

Il sostegno è orientato a rimborsare una quota della spesa sostenuta per:

  • acquisto libri di testo;
  • gite scolastiche;
  • trasporto scolastico o abbonamento per il trasporto pubblico locale;
  • servizi professionali di baby sitting;
  • rette scolastiche e universitarie;
  • servizi scolastici integrativi (es: pre e post scuola, ludoteche);
  • master universitari.

Per richiedere il contributo:
accedi alla procedura online con le tue credenziali di posta elettronica, dopo aver letto attentamente le indicazioni della circolare in calce.

Per ulteriori informazioni:
contatta l’Ufficio Welfare, Relazioni Sindacali e Pari Opportunità all’indirizzo welfare@unimi.it

Diritto allo studio per i figli dei dipendenti - Documenti