Emergenza Coronavirus: tutte le informazioni per il personale

Linea 6 - Grandi Sfide di Ateneo (GSA) Avviso per l’attivazione di Progetti Speciali nell'ambito delle linee di indirizzo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)

Martedì 15 giugno si è tenuto un webinar di presentazione dell'Avviso per l’attivazione di Progetti Speciali nell’ambito delle linee di indirizzo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) - Grandi Sfide di Ateneo (GSA).

Nel paragrafo dedicato, trovate agenda dell'incontro e slide di presentazione dell'Avviso.

Caratteristiche generali

All’interno del Piano di Sostegno alla Ricerca 2021, è stata prevista una nuova linea d’intervento, la Linea 6, destinata a fornire un budget per l’avvio delle attività dei progetti speciali individuati nell’ambito delle linee di indirizzo del PNRR (con un investimento dal bilancio di Ateneo di 1 milione di euro derivanti dal 5 per mille) attraverso l’Avviso per la redazione dei progetti relativi alle Grandi Sfide (GSA).

L’Avviso porterà all’attivazione di nove Progetti Speciali di Ateneo strettamente focalizzati sulle Linee Strategiche identificate dalla Commissione Mista di Ateneo (LSRA) e coerenti con il Piano Strategico di Ateneo 2020-2022, con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), con il Programma Nazionale per la Ricerca (PNR 2021-2027) e con l’Agenda 2030 for Sustainable Development and the Sustainable Development Goals.

  • Le proposte potranno essere presentate da Team di docenti dell’Università degli Studi di Milano guidati da un Principal Investigator (PI) (professore o ricercatore dell’Ateneo). Nel caso in cui il PI sia un ricercatore a tempo determinato o sia prossimo alla quiescenza dovrà essere indicato anche un CO-PI professore o ricercatore assunto a tempo indeterminato.
  • Le proposte dovranno avere minimo tre Proponenti (uno per ciascun Dipartimento), di cui uno Principal Investigator (PI) e due Capo Unità Dipartimentale (CUD);
  • Il PI, di concerto con il Team, individuerà, tra il Personale Tecnico Amministrativo e Bibliotecario dell’Ateneo assunto a tempo indeterminato, un Project Manager (d’ora in poi PM) che dedicherà quota parte del suo tempo/persona al supporto operativo per la redazione e successiva gestione della Grande Sfida. PI e PM saranno responsabili della presentazione e gestione del progetto nonché di tutte le comunicazioni relative al progetto stesso.
  • Le proposte dovranno indirizzare i contenuti basandosi sulla descrizione di una specifica Linea Strategica prescelta (Allegato 1 dell’ Avviso)
  • Le proposte dovranno svilupparsi in un arco temporale di 3 anni, con stadi intermedi almeno annuali di verifica dello stato di sviluppo del progetto.
  • Le proposte dovranno contenere indicazioni precise di come verrà utilizzato il budget di avvio del progetto, da utilizzarsi interamente entro la scadenza del primo anno e una stima dei costi relativi a secondo e terzo anno.
  • Le proposte potranno riguardare studi e sperimentazioni da avviare immediatamente e/o studi di Proof-of-Concept (POC) (prove di fattibilità) necessari a risolvere eventuali carenze cognitive e ad ottenere le informazioni indispensabili alla corretta impostazione delle tematiche selezionate.
Inizio pagina

Proposte ammissibili

Le proposte dovranno :

  • essere interdisciplinari e interdipartimentali (minimo tre Dipartimenti dell’Università degli Studi di Milano);
  • avere minimo tre Proponenti (uno per ciascun Dipartimento), di cui uno Principal Investigator (PI) e due Capo Unità Dipartimentale (CUD);
  • avere un Project Manager (PM) identificato tra il PTAB a tempo indeterminato dell’Ateneo;
  • essere strettamente attinenti alle Linee Strategiche identificate dalla Commissione Mista di Ateneo (LSRA);
  • essere in grado di contribuire allo sviluppo sostenibile della società con risposte innovative alle istanze emergenziali;
  • essere coerenti con il Piano Strategico di Ateneo 2020-2022;
  • essere coerenti con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR);
  • essere coerenti con il Programma Nazionale della Ricerca (PNR 2021-2027);
  • essere coerenti con l’Agenda 2030 for Sustainable Development and the Sustainable Development Goals;
  • essere sfidanti e ad alto impatto;
  • avere durata triennale;
  • dovranno essere compilate interamente in lingua italiana;
  • essere coerenti con le regole di ammissibilità dei costi e contenere tutte le informazioni richieste dal template appositamente preparato per la redazione delle proposte e relativi allegati;
  • essere coerenti con le policy e con tutti i regolamenti di Ateneo.
Inizio pagina

Precisazioni sul personale coinvolto

Ogni progetto dovrà essere organizzato in Unità Dipartimentali (d’ora in poi U.D.) e coinvolgere almeno le seguenti figure:

  • un Principal Investigator (PI) (U.D.1) responsabile sia dell’U.D.1, sia dell’invio della Proposta progettuale e referente per tutte le comunicazioni e rendicontazioni a riguardo;
  • due (o più) Capi Unità Dipartimentali (CUD) (U.D.2, U.D.3….);
  • un Project Manager (PM).

Non sono previsti ulteriori limiti massimi al numero di Unità Dipartimentali (U.D.) o di Dipartimenti dell’Università degli Studi di Milano da coinvolgere nei singoli progetti. Ogni nuova Unità Dipartimentale che si andrà ad aggiungere dovrà avere un Capo Unità Dipartimentale (CUD).

Sarà possibile, per giustificati motivi scientifici e legati alla specifica ricerca, e rispettato il vincolo minimo di tre Dipartimenti, prevedere nello stesso progetto due Unità Dipartimentali (U.D.) dello stesso Dipartimento (le motivazioni scientifiche andranno spiegate nel template del progetto nella sezione 3.3). Anche in questo caso, sarà necessario identificare un CUD per ogni Unità (U.D.).

PRINCIPAL INVESTIGATOR (PI)
Possono presentare progetti come Principal Investigator (PI):

  • Professori Ordinari (da qui in poi PO) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Professori Associati (da qui in poi PA) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Ricercatori (da qui in poi RU) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Ricercatori a Tempo Determinato Lettera B (da qui in poi RTDB) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Ricercatori a Tempo Determinato Lettera A (da qui in poi RTDA) dell’Università degli Studi di Milano.

Per quanto riguarda il PI, non è ammessa la partecipazione a più di una proposta progettuale sullo stesso Avviso.

Per garantire la gestione continuativa dei progetti vincitori, nel caso in cui il PI “titolare” abbia un rapporto di lavoro con l’Università degli Studi di Milano a tempo determinato o sia prossimo alla quiescenza, sarà necessario già in fase di proposta identificare all’interno del progetto stesso e all’interno dell’Unità Dipartimentale (U.D.1) del PI, un CO-Principal Investigator (d’ora in poi CO-PI) competente che possa coadiuvare il PI “titolare” e, in caso di scadenza e/o quiescenza, eventualmente sostituirlo portando a termine il progetto.

EVENTUALE CO-PI
Il CO-PI dovrà essere identificato tra i professori e ricercatori dell’Ateneo assunti a tempo indeterminato.

Sarà possibile identificare il CO-PI anche di un Dipartimento diverso da quello del PI “titolare”, a condizione che in fase di proposta sia inserito all’interno dell’Unità Dipartimentale (U.D.1) del PI.

Non è necessario indicare un CO-PI nel caso in cui il PI abbia un rapporto di lavoro che possa coprire l’arco temporale del progetto, tenendo conto anche del periodo necessario per la valutazione (o eventuali proroghe necessarie per l’ottenimento delle autorizzazioni in caso di sperimentazioni animali), quindi almeno 48 mesi dalla data di scadenza dell’Avviso.

Per quanto riguarda il CO-PI, non è ammessa la partecipazione a più di una proposta progettuale sullo stesso Avviso.

CAPO UNITA’ DIPARTIMENTALE (CUD)
Possono partecipare ai progetti con il ruolo di Capo Unità Dipartimentale (CUD):

  • Professori Ordinari (da qui in poi PO) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Professori Associati (da qui in poi PA) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Ricercatori (da qui in poi RU) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Ricercatori a Tempo Determinato Lettera B (da qui in poi RTDB) dell’Università degli Studi di Milano;
  • Ricercatori a Tempo Determinato Lettera A (da qui in poi RTDA) dell’Università degli Studi di Milano.

Per quanto riguarda i CUD, verificati i criteri di ammissibilità sopra elencati, non sarà richiesto di indicare un eventuale CUD sostituto in fase di proposta. In caso di finanziamento, sarà responsabilità del PI del progetto identificare all’interno del progetto le competenze necessarie per una eventuale sostituzione del CUD (es. per scadenza contratto, quiescenza, trasferimento presso altro ente).

Per quanto riguarda i CUD, non è ammessa la partecipazione a più di una proposta progettuale sullo stesso Avviso.

TEAM DI PROGETTO
Ogni Unità Dipartimentale (U.D.) potrà avere un Team che, oltre a PI, eventuale CO-PI e CUD, potrà includere:

  • PO dell’Università degli Studi di Milano;
  • PA dell’Università degli Studi di Milano;
  • RU dell’Università degli Studi di Milano;
  • RTD B dell’Università degli Studi di Milano;
  • RTD A dell’Università degli Studi di Milano;
  • Assegnisti dell’Università degli Studi di Milano;
  • Dottorandi dell’Università degli Studi di Milano.

Se utile ai fini del progetto, i membri dei Team possono appartenere ad ambiti disciplinari e Dipartimenti dell’Ateneo diversi da quelli di PI e CUD.

I membri dei Team possono partecipare, esclusivamente nel ruolo di Team member, ad un massimo di due proposte progettuali sullo stesso Avviso.

Per tutti i membri dei Team, nel template della proposta progettuale sarà necessario descrivere brevemente il ruolo nel progetto e indicare una pubblicazione rilevante ai fini dello specifico progetto.

All’interno dei Team, oltre al PM di progetto, sarà possibile inserire PTAB dell’Università degli Studi di Milano di supporto alle attività del progetto. In questo caso, non sarà obbligatorio indicare una pubblicazione ed eventuali altri fondi attivi sulla tematica GSA.

All’interno dei Team non sarà possibile inserire personale esterno all’Ateneo.

Inizio pagina

Partenariati esterni all'Ateneo

Nelle proposte sarà possibile indicare, ove necessario e con l’opportuna tempistica, la tipologia di enti partner esterni (Istituzioni pubbliche o private, Fondazioni, Grandi Aziende, Piccole e Medie Imprese, etc) con i quali la proposta progettuale potrà essere sviluppata, indicando se possibile le denominazioni degli stessi in caso di collaborazioni e convenzioni già in atto. Potranno anche essere indicati i nomi di potenziali partner del territorio che verranno contattati, in caso di approvazione della proposta, per le successive attività di matching previste.

Gli enti esterni potranno partecipare a varie fasi del progetto, eventualmente mettendo a disposizione un cofinanziamento sotto forma di risorse umane e/o finanziarie, ma non potranno accedere al finanziamento di Ateneo.

In fase di sottomissione, sarà possibile allegare al file della proposta, per le collaborazioni già in atto, le lettere di intenti sottoscritte dagli enti esterni coinvolti.
A questo fine potete scaricare il template/facsimile al paragrafo "Documenti scaricabili".

Le lettere di intenti allegate alla proposta non concorreranno al conteggio del numero massimo di pagine previste dal template (Allegato 2).

Tutte le proposte verranno trattate con la massima confidenzialità.

Inizio pagina

Seminario di presentazione dell'Avviso

AGENDA dell'incontro

SLIDE:

Inizio pagina

Bacheca Ricerca/Offerta Competenze e Posizioni

In occasione del Seminario di presentazione dell’Avviso (15 giugno 2021), è emerso l’interesse dei partecipanti di attivare delle modalità interne per creare collaborazioni tra le diverse competenze in ateneo e promuovere sinergie per rispondere all’Avviso.  

È stata creata, pertanto, una Bacheca Ricerca/Offerta Competenze e Posizioni in cui tutti gli interessati ed interessate della Statale possono pubblicare un annuncio.

Inizio pagina

Modalità di presentazione

La presentazione delle proposte avviene esclusivamente per via telematica attraverso la piattaforma elixForms che prevede la compilazione di una breve modulistica (domanda), il caricamento degli allegati obbligatori nel formato previsto dall’Avviso GSA e la firma finale.

I progetti dovranno essere compilati interamente in lingua italiana

Gli allegati andranno caricati su elixForms nelle seguenti modalità:

  • progetto (un unico file in formato pdf, utilizzando esclusivamente il template fornito con il presente Avviso GSA
    Il file deve essere comprensivo di eventuali immagini, grafici o tabelle e di eventuali lettere di intenti degli enti esterni partner); MAX 40 MB totali
  • curriculum del PI e curriculum dell'eventuale CO-PI (un unico file in formato pdf utilizzando esclusivamente il template fornito con l'Avviso GSA; max due pagine per ogni CV); MAX 10 MB totali
  • curricula dei CUD (un unico file in formato PDF utilizzando esclusivamente il template fornito con l'Avviso GSA; max due pagine per ogni CV); MAX 10 MB totali.

Il PI del Progetto potrà accedere all’area riservata con login e password personali di posta elettronica di Ateneo, utilizzate normalmente per accedere anche agli altri servizi online dell’Ateneo.

Sarà possibile accedere alla piattaforma online fino al 27 luglio 2021 ore 12:00, data di scadenza dell’Avviso GSA.

La compilazione del progetto potrà avvenire anche in più sessioni di lavoro. Sarà possibile compilare e salvare di volta in volta il lavoro svolto online. Una volta completata la compilazione della breve modulistica della domanda e caricati gli allegati obbligatori in pdf, sarà possibile visualizzare e stampare un riepilogo dei dati inseriti.
A questo punto si dovrà procedere al download del file pdf della domanda che dovrà essere firmata dal PI e caricata nel sistema (entro e non oltre il 27 luglio 2021 ore 12.00).

La piattaforma elixForms accetta sia la firma autografa, sia la firma digitale (smartcard/smartkey). Nel caso di firma autografa, sarà necessario caricare anche la scansione del documento di identità del firmatario.

Inizio pagina

Documenti scaricabili

Inizio pagina

Contatti

PER INFORMAZIONI SULL'AVVISO

Settore Progettazione della Ricerca | Direzione Servizi per la Ricerca

- per i Dipartimenti di area LS:
officina.ls@unimi.it 

- per i Dipartimenti di area PE e SSH:
officina.pesh@unimi.it


PER  INFORMAZIONI SULLA RENDICONTAZIONE

​Settore Management della Ricerca | Direzione Servizi per la Ricerca
Ufficio UNITECH
unitech@unimi.it

Inizio pagina