Emergenza Coronavirus: tutte le informazioni per il personale

Piano di Sostegno alla Ricerca

Presentazione e obiettivi

Promuovere la ricerca con un investimento molto importante - in termini di finanziamenti e attraverso attività trasversali a supporto di professori e ricercatori - per concorrere al meglio ai bandi dei programmi italiani e internazionali è l'obiettivo del Piano di Sostegno alla Ricerca.

In un contesto in cui il reperimento di finanziamenti per la ricerca risulta sempre più difficile, l'Università degli Studi di Milano si impegna - sia con finanziamenti che con misure integrate - a supportare i propri professori e ricercatori nella loro attività di ricerca e di reperimento fondi.

A partire dal 2014 con un primo esperimento pilota (Piano Sviluppo UNIMI 2014) e poi a partire dal 2015 in modo strutturale (Piano di Sostegno alla Ricerca 2015-2017), l'Università degli Studi di Milano, previo approfondimento di Senato, CDA, Prorettori e uffici competenti e coerentemente con i Piani Strategici di Ateneo, ha promosso annualmente delle misure di finanziamento alla ricerca, sperimentando varie iniziative e introducendo in alcuni casi novità.

RINNOVO ANNO 2020

Per quanto riguarda l'anno 2020, il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione nel mese di giugno hanno approvato le misure per il 2020, confermando le tre Linee già attivate nel 2019 e introducendo due nuove Linee.

Tutte le Linee presentano, comunque, aspetti innovativi rispetto al passato e hanno tempistiche di avvio differenti e coerenti con la effettiva possibile realizzazione delle attività.

In particolare le Linee approvate sono le seguenti:

  • Linea 1: Transition Grant – Horizon 2020 (rinnovo con novità) 
    (da avviare nel secondo quadrimestre del 2020) 
    Rispetto al 2019, vengono introdotte delle semplificazioni riguardo all’accesso alla Linea che tengono conto delle nuove procedure di valutazione e interview che ERC ha adottato per i Bandi ERC Starting, ERC Consolidator ed ERC Synergy per adeguarsi all’emergenza COVID-19.
  • Linea 2: Dotazione annuale per attività istituzionali (rinnovo con novità)
    (da avviare a fine 2020 per l’assegnazione del finanziamento ad inizio 2021) 
    ​La dotazione sarà assegnata in base ai professori e ai ricercatori attivi, come in passato, ma in aggiunta ci sarà un bonus sia per i Dipartimenti che nel 2019 e nel 2020 abbiano avuto (interni e/o attratti dall’esterno) vincitori di progetti ERC e Rita Levi Montalcini, sia per i Dipartimenti che, a partire dalla delibera del CDA di ottobre 2019, abbiano attratto scienziati con chiamata diretta attraverso l’utilizzo dei punti organico riservati a posizioni premiali a beneficio di tutto l’Ateneo.
  • Linea 3: Bando Straordinario per progetti Interdipartimentali (SEED) – SEAL OF EXCELLENCE (rinnovo con novità) 
    (da avviare nel terzo quadrimestre del 2020) 
    Il budget SEED 2020 sarà utilizzato per finanziare, attraverso un Seal of Excellence, almeno una quota dei 59 progetti SEED 2019 in lista di riserva con punteggio maggiore/uguale ad 80/100. Il Comitato dei Garanti, che ha già gestito le valutazioni del Bando SEED 2019, avrà il mandato di formulare ed approvare l’elenco dei progetti “finanziabili” divisi per Settori (es. PE1, PE2, LS1, LS2, SH1, SH2, ecc).
  • Linea 4: Misure per favorire l’arrivo tramite chiamata degli scienziati e degli studiosi più competitivi (novità)
    (da avviare nel secondo quadrimestre del 2020) 
    In coerenza con il Piano Strategico di Ateneo 2020-2022, viene attivata una Linea sperimentale per favorire l’arrivo tramite chiamata diretta di scienziati e studiosi competitivi, attraverso l’utilizzo dei punti organico riservati a posizioni premiali a beneficio di tutto l’Ateneo. 
    La Linea di finanziamento ha lo scopo di facilitare la risoluzione delle varie complessità legate agli spostamenti, coprirne i relativi costi e competere, con strumenti adeguati, con altri enti sul territorio nazionale ed europeo in termini di capacità di attrazione dei talenti.
  • Linea 5: Transition Grant – PRIN 2017 coordinati (novità) 
    (da avviare nel secondo semestre del 2020) 
    Con l’intento di incentivare la partecipazione ad ulteriori bandi competitivi nazionali, europei o internazionali, la Linea 5 (eccezionalmente per il 2020 e una tantum) riprende i principi e le regole generali del Transition Grant Horizon 2020 della Linea 1 ed è destinata ai Principal Investigator (PI) coordinatori nazionali di progetti PRIN 2017 che abbiano presentato un progetto PRIN con UNIMI come ente coordinatore e che, pur risultando sopra soglia, non siano stati finanziati.