Specializzandi di Medicina e Chirurgia

La procedura di denuncia di infortunio è obbligatoria anche per gli infortuni di lieve entità.

Le attività ammesse per chi opera nelle aziende ospedaliere sono quelle didattico-formative e di ricerca, il tirocinio nei reparti ospedalieri, la partecipazione a lezioni e convegni. Sono invece escluse le attività assistenziali fatte in luogo del personale sanitario di ruolo.

Cosa fare in caso di infortunio
In caso di infortunio sul lavoro, bisogna:

  • informare immediatamente il direttore della scuola o un suo delegato, segnalando le circostanze in cui si è verificato l’infortunio
  • recarsi, entro 48 ore dall'infortunio, al pronto soccorso per ricevere le prime cure, dichiarando che si tratta di infortunio sul lavoro e chiedendo il rilascio di idonea certificazione. Tutte le prestazioni sanitarie erogate dalle aziende ospedaliere per gli infortuni sul lavoro sono esenti da ticket.
  • denunciare tempestivamente l'infortunio all'Ufficio del Servizio Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro dell'Ateneo - secondo quanto disposto nella circolare USM prot. 44889 del 4.12.2007 - utilizzando i moduli disponibili in questa pagina.

Sia la denuncia dell'infortunio che i successivi certificati medici vanno subito inoltrati all'ufficio via e-mail a: infortuni.studenti@unimi.it. La pratica di infortunio prevede l'uso di moduli e indicazioni specifiche a seconda dei casi, che contemplano:

  • Infortuni senza prognosi 
    Gli infortuni che non comportano prognosi (come punture, tagli, accidentale contatto con materiale biologico) devono essere denunciati utilizzando il modulo SPAO-DI (in formato word) e inoltrando anche la certificazione rilasciata dal pronto soccorso, incluso il referto del primo controllo ematochimico.
    Questa semplice operazione chiude la pratica, che può essere riaperta solo nel caso in cui, dai successivi controlli ematochimici eventualmente prescritti dal pronto soccorso (es.: prelievi trimestrali o semestrali) risulti una qualche patologia
     
  • Infortuni con prognosi
    Nel caso vengono assegnati dei giorni di prognosi, l’infortunio deve essere segnalato usando il modulo SPAO-DI (in formato word) e inviando anche la certificazione rilasciata dal pronto soccorso. Nei giorni di prognosi assegnati non è possibile svolgere alcuna attività, a meno che un apposito certificato medico non dichiari che questa sia interamente o parzialmente compatibile con lo stato di salute dell'infortunato.
    La pratica di infortunio rimane aperta e va trasmessa anche la successiva documentazione medica (certificati di ulteriore prognosi, referti etc.) fino all’emissione di un certificato medico di chiusura che lo dichiari l'infortunato “clinicamente guarito” oppure “clinicamente guarito con postumi”.
     
  • Infortuni “in itinere”
    Se l’infortunio si verifica nel tragitto sede dell’attività didattico-formativa/casa e viceversa, oppure in occasione di altro spostamento preventivamente autorizzato (incluse le missioni all'estero), oltre al modulo SPAO-DI (in formato word), l’infortunato deve trasmettere all'Ufficio anche il modulo SPAO-IT (in formato word).

CONTATTI